Sui colli di Ezzelino - 1 aprile 2017

Tra il XII e il XIII secolo i colli che si ergono tra Asolo e Bassano videro svolgersi le vicende storiche della stirpe degli Ezzelini. Ognuna di queste piccole e basse colline tondeggianti nasconde testimonianze storiche e naturali, dai castelli medievali alle oasi naturali, dalle trincee della Grande Guerra ai sentieri naturalistici.

1 04 2017

Da Bassano si percorre il sentiero della sinistra Brenta fino a Solagna, per proseguire alternando single-track ed asfalto fino a Semonzo. Da qui si sale verso Valle Cornosega, affrontando un difficile tratto finale su sentiero; una discesa mediamente impegnativa conduce poi a Borso del Grappa, dove con l’ennesima erta si sale a Cassanego.
Comode e veloci sterrate tra le campagne permettono ora di ritornare verso il punto di partenza: strada facendo si incontrano prima l’interessante oasi naturalistica di San Daniele (accessibile solo a piedi) e poi – nel finale – l’erta del Colle Castellaro il cui sentiero omonimo conduce ai ruderi della fortezza dove terminò l’era degli Ezzelini.
Dal vicino Santuario della Madonna del Monte l’itinerario scende tecnico a Sopracastello, concludendosi poi alle porte di San Zenone tra i sentieri della selvaggia e isolata Valle del Ru.
Da San Zenone degli Ezzelini, città simbolo della dinastia, subito ci si addentra con un percorso a tratti ripido e tortuoso, talvolta fangoso, tra i boschi e i sentieri tematici del Collalto e del Col San Lorenzo, pedalando tra le gallerie e i camminamenti della Prima Guerra Mondiale.
Da Mussolente il percorso si dirige a nord, ora decisamente più scorrevole, raggiungendo Semonzetto e aggirando il colle della Rocca; si giunge così alla torre ottocentesca del Colle della Bastia (oggi ribattezzato Colle di Dante), dove si narra nacque il terribile Ezzelino da Romano, talmente crudele e sanguinario da guadagnarsi un posto persino nell’Inferno della Divina Commedia.
Dal Col di Dante, si rientra a Bassano attraverso la Conca D'Oro.

PERCORSO: 45 Km, in gran parte sterrato, dislivello 970 metri, quota massima 369 metri s.l.m.
DIFFICOLTÀ: gita solo per MTB, media difficoltà con tratti che richiedono una buona tecnica e un buon controllo del mezzo. Si richiede ai partecipanti un buon grado di allenamento
RITROVO: ore 14.00, Prato S.Caterina, Bassano del Grappa
PARTENZA: ore 14.30
RITORNO: tardo pomeriggio
CONTRIBUTO DI PARTECIPAZIONE: soci FIAB 2 euro, non soci 5 euro
ACCOMPAGNATORE: Mariano Botteon, cellulare 3282269156
ISCRIZIONI: entro il giorno prima, telefonando all'accompagnatore, numero massimo partecipanti: 20 persone
PER INFORMAZIONI: cell. 3282269156 oppure This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.
RACCOMANDAZIONI: Rispetto del codice della strada, rispetto del regolamento FIAB Bassano, si consiglia l'utilizzo del casco. Si raccomanda che ogni partecipante abbia con sé il kit riparazioni + camera d'aria di scorta + pompa + adeguato abbigliamento e MTB in perfetta efficienza.

aderisce a FIAB ONLUS - Federazione Italiana Ambiente e Bicicletta

Dalla parte di chi #pedalaognigiorno

email: info@fiabbassano.it

segui FB

Privacy Policy

Questo sito usa cookie per garantirti una migliore esperienza di navigazione. Cookie policy. Accetto i cookies OK